View Single Post
  #14  
Old 09-03-2018, 09:34 AM
simone83rm simone83rm is offline
Member
 
Join Date: Dec 2012
Posts: 38
Default

Quote:
Originally Posted by e3dk View Post
Quando una femmina italiana lavora per un sito di webcam americano, o arabo, ha il problema che non capisce l'inglese e quindi ripiega su riv, anche se non vuole.

Come si spiega invece che lo stesso non valga per il cliente italiano che inciampa in un sito americano, o arabo? I testi sono in italiano ma poi, una volta che parte la videoconferenza, come comunica con la donnina allegra che non parla italiano? Prima o poi il trucco si capisce, e il cliente italiano dovrebbe andare in cerca degli unici due, o dell'unico, sito in cui le donnine sono italiane e/o parlano italiano. Dopo aver riempito la prima pagina di google, come fanno quei bravi SEO americani ad intrattenere i clienti? Questo è un dato operativo che mi pare pure utile da conoscere.
Su tutti i siti ci sono le bandierine che indicano le lingue che la ragazza parla... e di camgirls che parlano italiano ce ne sono ovunque



Quote:
Originally Posted by e3dk View Post
Mi pare di capire che gli strumenti SEO, per chi fa SEO a tempo pieno, sono interpretati come le tecniche utili per imparare i trucchi meccanici e risalire i motori di ricerca automatici. Ma, da cliente, vi dico, è una grandissima rottura di cazzo arrivare continuamente a pagine che non servono a niente, che son prive di contenuti, e che s'infilano in mezzo alla ricerca solo perché la ricerca è meccanica e stupida. Vi ricordate quando si faceva click su una foto e bisognava poi andare attraverso venti directory collegate prima di arrivare a quella foto, alla quale non si arrivava poi mai? Quelle sono idiozie che hanno inventato quei soggetti privi di contenuti che vivevano con i trucchi. Se oggi non ci sono più, non è perché si sono evoluti i prestigiatori, è piuttosto perché Google li ha eliminati.
Il SEO non sono "trucchi"... i trucchi li fanno quelli che usano tecniche Black-hat che non sono ammesse da Google e che nel giro di poco tempo vengono individuate da Google e penalizzato il sito... La SEO, se ben fatta, non ha bisogno di trucchi. Le basi della SEO sono contenuti validi e ben scritti, tecniche interne al sito e autorevolezza del sito acquisita tramite link building... Gli strumenti SEO non servono per imparare i trucchi, ma sopratutto per analizzare il sito, la concorrenza, fare ricerche sulle keywords, vedere in base a determinate keywords chi esce prima e perchè... Ti forniscono informazioni tramite le quali poi sta a TE formulare la giusta strategia ed ottimizzare il sito... Non esiste uno strumento che ti dice fai questo, questo e quello e magicamente arrivi nei primi risultati...
Quindi mi stai dicendo che la SEO non serve a nulla, che tutte le agenzie SEO, i SEO specialist e tutto ciò che ruota intorno alla SEO è tutta fuffa? Non credo....
E si, tutti questi strumenti sono a pagamento, i migliori... quelli free offrono ben pochi spunti...

Quote:
Originally Posted by e3dk View Post
Oltre a ciò, quegli "strumenti" sono magari anche a pagamento? Google è l'impresa di monopolio che lavora sulle meccaniche SEO e, se vi leggete le linee guida Google, vedrete che mettono al bando i trucchi SEO, soprattutto quelli a pagamento. Google, con tutte le sue magagne, raccomanda piuttosto di concentrarsi sui contenuti, di pubblicare roba che serve o che intrattiene, non di fare giochi di prestigio degli automatismi delle ricerche meccaniche.

Mi pare che le linee guida di Google dovrebbero essere tenute come lo strumento fondamentale, per uno che fa SEO a tempo pieno, perlomeno andrebbero lette una volta.
Come sopra...


Quote:
Originally Posted by e3dk View Post
Mi potresti fare un paio di esempi d'imprese che pagano con il metodo ppc, tolto adwords? Io con adwords ho preso solo una fregatura e mi è poi bastata per gli anni a venire, ma sicuramente ho sbagliato qualcosa io.
Adwords è il PPC per eccellenza, quello tramite il quale si arriva più velocemente all'utente, dato che ogni ricerca inizia da google... E se usato bene non nasconde alcuna fregatura...
Poi ci sono molte piattaforme tipo CPMAffiliation, Exoclick e simili dove ti iscrivi come inserzionista e i publisher proporranno il tuo brand nei loro siti, tramite banner, pop-up ecc..


Quote:
Originally Posted by e3dk View Post
Questo non toglie che le scemenze scritte su Twitter siano indelebili. Anche sul resto della rete lo sono, purtroppo, ma la statistica mi dice che chi è finito dentro per le sue pubblicazioni in rete, in gran parte le ha messe suTwitter. Le ragioni possono essere le più svariate, in Europa e nelle Americhe, per finire dentro con un pretesto puerile, ma questo è il mondo di pazzi in cui viviamo.
Cioè se una camgirls pubblica foto su twitter, o se tu la contatti per proporle di affiliarsi a te, finisci o finisce dentro?

Last edited by simone83rm; 09-04-2018 at 08:09 AM.
Reply With Quote