View Single Post
  #12  
Old 07-29-2018, 12:56 AM
e3dk e3dk is offline
Member
 
Join Date: Nov 2008
Posts: 99
Default

Quote:
Originally Posted by simone83rm View Post

La concorrenza, che sia italiana o straniera, è pur sempre concorrenza, ormai tutti i siti di camgirls stranieri hanno la loro versione italiana, un utente maschio che cerca ''ragazze in cam'' con lo scopo di trovare camgirls ed entra in uno di quei siti, non va di certo a vedere se il sito sia italiano o straniero, se è proposto in lingua italiana ed è di suo gradimento, si iscrive, anche se è un sito USA ad esempio... e fidati che andare nelle prime posizioni con termini correlati, non è poi così difficile, essendo un settore ancora di nicchia in italia e lavorato da pochi webmaster... Non hanno fatto molto per arrivare lì i siti che ci sono...

Quando una femmina italiana lavora per un sito di webcam americano, o arabo, ha il problema che non capisce l'inglese e quindi ripiega su riv, anche se non vuole.

Come si spiega invece che lo stesso non valga per il cliente italiano che inciampa in un sito americano, o arabo? I testi sono in italiano ma poi, una volta che parte la videoconferenza, come comunica con la donnina allegra che non parla italiano? Prima o poi il trucco si capisce, e il cliente italiano dovrebbe andare in cerca degli unici due, o dell'unico, sito in cui le donnine sono italiane e/o parlano italiano. Dopo aver riempito la prima pagina di google, come fanno quei bravi SEO americani ad intrattenere i clienti? Questo è un dato operativo che mi pare pure utile da conoscere.




Quote:
Originally Posted by simone83rm View Post
Questo strumento, come anche SEMrush ad esempio, serve per studiare su quali keyword puntare, i loro volumi di ricerca, studiare i siti della concorrenza per capire con quali termini sono posizionati, da dove prendono i link, fare un analisi SEO del proprio sito, e tante altre cose. Per chi fa SEO è uno strumento preziosissimo.
Fidati che i webmaster dei siti della concorrenza usano strumenti di questo genere, strumenti indispensabili per chi fa questo lavoro.
Mi pare di capire che gli strumenti SEO, per chi fa SEO a tempo pieno, sono interpretati come le tecniche utili per imparare i trucchi meccanici e risalire i motori di ricerca automatici. Ma, da cliente, vi dico, è una grandissima rottura di cazzo arrivare continuamente a pagine che non servono a niente, che son prive di contenuti, e che s'infilano in mezzo alla ricerca solo perché la ricerca è meccanica e stupida. Vi ricordate quando si faceva click su una foto e bisognava poi andare attraverso venti directory collegate prima di arrivare a quella foto, alla quale non si arrivava poi mai? Quelle sono idiozie che hanno inventato quei soggetti privi di contenuti che vivevano con i trucchi. Se oggi non ci sono più, non è perché si sono evoluti i prestigiatori, è piuttosto perché Google li ha eliminati.

Oltre a ciò, quegli "strumenti" sono magari anche a pagamento? Google è l'impresa di monopolio che lavora sulle meccaniche SEO e, se vi leggete le linee guida Google, vedrete che mettono al bando i trucchi SEO, soprattutto quelli a pagamento. Google, con tutte le sue magagne, raccomanda piuttosto di concentrarsi sui contenuti, di pubblicare roba che serve o che intrattiene, non di fare giochi di prestigio degli automatismi delle ricerche meccaniche.

Mi pare che le linee guida di Google dovrebbero essere tenute come lo strumento fondamentale, per uno che fa SEO a tempo pieno, perlomeno andrebbero lette una volta.


Quote:
Originally Posted by simone83rm View Post
Il PPC esiste ancora??? Il PPC fa muovere la maggior parte del processo di Webmarketing, è saldamente al primo posto come tecnica più utilizzata per fare Webmarketing. E' quello che da il via al tutto.
Ed in questo settore, su google adwords c'è pochissima concorrenza in italia e le keywords costano pochissimo, le migliori 3-5 centesimi, e di correlate ad 1 centesimo ce ne sono svariate. Con 3€ ad un centesimo sono 300 click... 300 visitatori che se si trovano poi di fronte a quello che cercavano (qui ci sarebbe da spiegarla meglio), magari si trasformano in 15 iscritti, tra cui magari ci sarà uno spendaccione cronico.
Mi potresti fare un paio di esempi d'imprese che pagano con il metodo ppc, tolto adwords? Io con adwords ho preso solo una fregatura e mi è poi bastata per gli anni a venire, ma sicuramente ho sbagliato qualcosa io.


Quote:
Originally Posted by simone83rm View Post
Riguardo a Twitter, è pieno di camgirls, pornostar, esibizioniste, coppie, che hanno i profili pieni di foto e video adult, ovviamente profili pieni di followers di genere prettamente maschile, arrapato, in cerca di sesso... molte camgirls lavorano parecchio attirando i clienti proprio da twitter, portandoli ad iscriversi nei siti in cui lavorano...
Questo non toglie che le scemenze scritte su Twitter siano indelebili. Anche sul resto della rete lo sono, purtroppo, ma la statistica mi dice che chi è finito dentro per le sue pubblicazioni in rete, in gran parte le ha messe suTwitter. Le ragioni possono essere le più svariate, in Europa e nelle Americhe, per finire dentro con un pretesto puerile, ma questo è il mondo di pazzi in cui viviamo.

Saluti anche a te.
Reply With Quote